Home Blog

Nuovo esame per la misurazione degli anticorpi neutralizzanti Covid-19

Disponibile presso le sedi di Castelbuono e Cefalù il nuovo kit quantitativo per la determinazione degli anticorpi neutralizzanti il virus SARS-CoV-2.

Si tratta di un test, quindi, che misura la quantità di anticorpi presenti nell’organismo capaci di proteggere dal Covid-19.

Una verifica, quantitativa e standardizzata, utile sia ai soggetti a cui è stata somministrata una vaccinazione, sia a chi ha già contratto – o ritiene di aver contratto – il COVID in precedenza.
Un nuovo test che va ad aggiungersi al pannello di esami disponibili presso i nostri Laboratori per la diagnosi e il monitoraggio di infezione da COVID-19 nelle diverse fasi della malattia.

Introduzione di un nuovo metodo di indagine per la determinazione del Covid-19

Per ampliare la gamma di possibilità nella determinazione degli anticorpi IGM e IGG specifici per Covid-19, è stato introdotto un nuovo test sierologico quantitativo.

Si avvisa inoltre la spettabile utenza che, in considerazione della situazione e delle mutate condizioni applicate dai fornitori, il costo dei tamponi rinofaringei Covid-19 rapidi verrà ridotto a partire da lunedì 9 novembre, confidando di facilitare ulteriormente lo screening nei comuni coinvolti sempre più da questa grave pandemia.

Per perseguire la massima sicurezza ed evitare rischi di assembramento, infine, sono stati variati gli orari per l’effettuazione delle prestazioni, come da schema seguente:

Cefalù:

  • Chimica clinica e e indagini di routine: tutti i giorni dalle 7,30 alle 11,00 e dalle 16,00 alle 17,30 
  • Tamponi orofaringei e test sierologici Covid-19: tutti i giorni dalle 10,30 alle 12,30

Castelbuono:

  • Chimica clinica e indagini di routine: tutti i giorni dalle 8,00 alle 9,30
  • Tamponi Covid-19: tutti i giorni dalle 9,30 alle 10,45, più mercoledì dalle 17,30 alle 18,30.

La Direzione.

Tamponi rapidi e test sierologici. Le nostre scelte per una diagnosi accurata da Covid-19

Informiamo la gentile clientela che – da lunedì 11 ottobre – presso le nostre sedi di Cefalù e Castelbuono sarà possibile effettuare anche i tamponi rapidi nasali e orofaringei per la diagnosi da infezione da Covid-19.

Ci sembra utile specificare inoltre che i test sierologici da noi effettuati per la ricerca di IgG (se si è venuti in contatto con il virus in precedenza) e IgM (se l’infezione è in atto) al COVID-19, per nostra scelta di scrupolosità, vengono effettuati da prelievo venoso e non attraverso i dispostivi convenzionalmente detti “pungi dito”.

Ciò al fine di consentire –  in caso di riscontrata positività o valore dubbio – la ripetizione del test con un kit diverso, proveniente da un fornitore differente. Fino all’effettuazione, per ulteriore conferma interna, anche di un test quantitativo, con macchinario specifico controllato e calibrato ogni seduta di lavoro, al fine di fornire un esito quanto più verificato ed il più possibile attendibile e utile. 

Anche per questi esami, il laboratorio partecipa ai programmi di controllo qualità CRQ della Regione Sicilia.

Vista la richiesta, il laboratorio di Castelbuono – oltre che al consueto 8 / 9,30 – per le sole indagini diagnostiche per il Covid19, estende l’orario anche dalle 10 alle 11 dal lunedì al venerdì e dalle 17 e 30 alle 18 e 30 il mercoledì.

A Castelbuono introdotto l’obbligo di test sierologico mensile per tutti gli esercenti

L’ordinanza n. 140 del 25/9/2020 del Comune di Castelbuono, al fine di garantire maggiori controlli e quindi maggiore sicurezza a tutti i cittadini, introduce l’obbligo di test sierologico mensile per tutti gli esercenti.

« Per intensificare  i controlli e contenere il contagio del virus – così recita il comunicato stampa ufficiale – , vista la presenza turistica di visitatori, è stata emanata il 25.09.2020 l’ordinanza n° 140 in cui si impone a tutti gli esercenti di commercio al dettaglio e all’ingrosso, farmacie, parrucchieri, barbieri, centri estetici, bar, ristoranti, gli ambulanti a posto fisso, agli ambulanti del mercato settimanale, agli agenti di commercio sia residenti che provenienti da altri comuni, ai corrieri che consegnano a domicilio presso privati e attività commerciali SDA, Bartolini, UPS e a coloro che operano presso le attività sopramenzionate, l’obbligo di trasmettere mensilmente a brevi manu presso l’ufficio dei Vigili Urbani alla dipendente Allegra Rosaria, o tramite e-mail  al seguente indirizzo poliziamunicipale@comune.castelbuono.pa.it, l’esito del tampone o  del test sierologico.»

Il provvedimento è naturalmente oggetto di un acceso dibattito politico e sociale. Nel frattempo, vi invitiamo ad approfondire qui.

Chiusura per ferie

Siamo rimasti operativi ed in prima linea anche durante la fase più dura della pandemia. Adesso ci prendiamo qualche giorno di pausa, per ricominciare con ancora più energia anche durante agosto.
Pertanto le nostre due sedi resteranno chiuse dal 20 al 31 luglio.

Ci ritroverete aperti quindi lunedì 3 agosto.

Grazie.

Sì all’app Immuni: più è diffusa e più funziona. Uno strumento in più contro l’epidemia


La app Immuni è da qualche giorno presente su tutti gli app store dopo aver ottenuto il nullaosta del Garante per la privacy, scaricabile sia sul Play Store di Android sia sull’App store di Apple. E’ stato anche aperto il sito ufficiale: immuni.italia.it.

L’app utilizza la tecnologia per avvertire gli utenti che hanno avuto un’esposizione a rischio, anche se sono asintomatici.

In teoria, se venisse scaricata da oltre la metà della popolazione, Immuni potrebbe consentire di contenere una possibile recrudescenza dei contagi da Sars-Cov2 e aiutare nella fase due evitando di chiudere di nuovo il Paese.

Come funziona

Una volta installata basterà inserire pochi dati, come il proprio Comune di residenza, e il sistema funzionerà in automatico: saranno gli smartphone sui quali è presente l’app – quando si troveranno a una distanza inferiore a un metro – a scambiarsi dei codici generati automaticamente e in maniera anonima così da poter risalire a chi è a rischio nel caso qualcuno risulti poi contagiato.

Gli utenti che vengono avvertiti dall’app di un possibile contagio possono isolarsi per evitare di contagiare altri. Così facendo, aiutano a contenere l’epidemia e a favorire un rapido ritorno alla normalità.

A chi si è trovato a stretto contatto con un utente risultato positivo al virus del COVID-19, l’app invia una notifica che lo avverte del potenziale rischio di essere stato contagiato. Grazie all’uso della tecnologia Bluetooth Low Energy, questo avviene senza raccogliere dati sull’identità o la posizione dell’utente.

La tua privacy è tutelata

Immuni è stata progettata e sviluppata ponendo grande attenzione alla tutela della privacy. I dati, raccolti e gestiti dal Ministero della Salute e da soggetti pubblici, sono salvati su server che si trovano in Italia. I dati e le connessioni dell’app con il server sono protetti.

Per cui… scarichiamo l’app, diffondiamo il messaggio e contribuiamo a rendere più efficace questo strumento. Nell’interesse di tutti.

Avviso test rapidi qualitativi COVID-19

Si informa la gentile clientela che,

come precisato nel nostro sito e successivamente anche nei blog locali, non essendo stati resi noti i protocolli e le procedure per l’esecuzione, l’inizio dell’effettuazione dei test rapidi qualitativi per il COVID-19 è rimandata a successiva comunicazione.

Ci auguriamo che si riescano a fornire quanto prima le dovute istruzioni alle strutture sul territorio, così da poter avviare a largo spettro lo screening e il monitoraggio del contagio, contribuendo ad accelerare la normalizzazione della ripresa delle attività sociali nella dovuta sicurezza.

Vi daremo pronta informazione in merito.

LO STAFF

Coronavirus, via libera ai test rapidi presso le nostre sedi

Al via, presso le nostre strutture, lo screening epidemiologico che, attraverso l’uso di test sierologici, si pone come nuovo strumento di monitoraggio e contrasto alla diffusione del COVID-19.

L’iniziativa è stata autorizzata dal governo Musumeci dopo la consultazione con il Comitato tecnico scientifico siciliano, e mira a identificare tutti quei soggetti che, spesso asintomatici, rappresentano la minaccia di contagio più insidiosa. 

A partire da mercoledì 22 aprile, già con un semplice esame del sangue, sarebbe possibile effettuare i test rapidi qualitativi presso le nostre sedi di Castelbuono, in via principe Umberto 5bis, e Cefalù, in via A. Gramsci 39. 

Si precisa che la disponibilità all’esecuzione dei test rapidi qualitativi presso le nostre sedi, a partire dalla data indicata, sarà comunque subordinata alla emissione delle Linee Guida di cui si attende l’emanazione da parte dall’Assessorato della Salute della Regione Siciliana.
Saranno pertanto resi noti i protocolli e le procedure per l’esecuzione dei test, come chiarito sul sito del Sindacato di categoria C.I.T.D.S

Un provvedimento che diventa quindi fondamentale in previsione del graduale allentamento delle misure restrittive attualmente in vigore.
L’attendibilità del test rapido è molto alta (specificità IGG/IGM è 100%, sensibilità IGG 97.2%, IGM 87.9%) e fornisce pertanto quasi una sicurezza (al 97,2% appunto) sull’esser stati in precedenza contagiati, mentre è un po’ meno sensibile (87,9%) il responso in caso di positività in corso.

Per maggiori informazioni, contattare i seguenti numeri: 0921 672688 (Castelbuono) o 0921 421273 (Cefalù).

Intolleranze alimentari? Una goccia di sangue per analizzare 57 diversi alimenti

Gonfiore, crampi addominali, stanchezza cronica, nausea, mal di testa, diarrea, ansia, ecc. ecc. E si potrebbe continuare ulteriormente, con questa lista di sintomi comunemente associabili ad un problema di intolleranza alimentare.

E’ più che mai importante quindi avere consapevolezza della propria condizione in merito, così da poter apportare spesso piccolissime rinunce o correttivi alle proprie abitudini e, con estrema facilità, veder radicalmente cambiata la propria qualità della vita e ridotta la propensione ad eventuali patologie ben più gravi.

Il Centro Analisi Cliniche “Madonie” propone un semplicissimo test immunoenzimatico, quindi ripetibile, che consente di analizzare più volte lo stesso campione a vantaggio dell’attendibilità del risultato e di un suo confronto nel tempo. Un semplicissimo esame del sangue che, in cinque minuti, fornisce una risposta personalizzata ed esaustiva su eventuali intolleranze alimentari sulle 57 sostanze alimentari più comuni.

Inoltre, solo l’analisi delle imunoglobuline IgG4 consente di evidenziare anche quelle situazioni in cui i sintomi che avvertiamo non sono legati ad intolleranze alimentari ma ad un’irritazione dell’intestino dovuta, ad esempio, a stress, allergie o battute quelle condizioni che sono scientificamente correlate ad aumentati livelli di IgG4 (IBS, IgG4-RD, ecc.).

Richiedi subito il test in una delle nostre sedi e scopri se i sintomi di cui soffri hanno un’origine alimentare!

OMS: no all’uso di ibuprofene in caso di sintomi sospetti di Coronavirus

In riferimento ad un messaggio che sta circolando soprattutto su Whatsapp, a proposito dell’inopportunità ad assumere Ibuprofene (e quindi farmaci quali Moment, MomentAct, Nurofen ecc.) per non esasperare gli effetti del Coronavirus, ci sembra di fare cosa utile riportare quanto dichiarato durante una conferenza stampa del 17 marzo 2020 a Ginevra e riportato dall’agenzia tedesca DPA.

Il portavoce dell’OMS, Christian Lindmeier, in quella sede, avrebbe dichiarato che non ci sono studi che confermano i dubbi posti, ma ha ugualmente consigliato alle persone che sospettano o che sono infette da Coronavirus di non assumere l’ibuprofene senza aver chiesto un parere del proprio medico, confermando l’invito o raccomandazione del Ministro francese a preferire, ove possibile, il paracetamolo.